Sanremo 2024, Renato Zero è il colpo di Amadeus. E sulla presunta malattia il cantante risponde così

Il colpo annunciato da Amadeus per l’edizione 2024 del Festival di Sanremo è Renato Zero. Ma sorgono dubbi sulla salute. Come stanno le cose

Renato Zero Festival di Sanremo
Renato Zero Festival di Sanremo (blueshouse.it)

Mancano meno di novanta giorni all’edizione 2024 del Festival di Sanremo. La popolare a amatissima kermesse canora che alla prossima edizione toccherà le invidiabili 74 primavere. L’edizione del prossimo anno sarà condotta, come le ultime cinque edizioni da Amadeus ed andrà in scena dal 6 al 10 febbraio 2024. Da qualche settimana si rincorrono le voci sui partecipanti e sugli ospiti. Alcune vere, altre, sapientemente, messe in giro dalla stessa produzione. Vedi quella afferente ad una possibile partecipazione di Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti.

Ma l’attesa sta per finire. Nel fine settimana sono stati annunciati i primi otto finalisti per la sezione giovani. A completare il quadro ne arriveranno altri quattro direttamente dalla sezione Casa Sanremo. Poi sarà il turno dei super ospiti, al momento è noto solo il nome di Marco Mengoni in quanto vincitore dell’edizione 2023 ed infine toccherà ai 28/30 big che si contenderanno la vittoria finale. Il meccanismo di esibizione e di voto dovrebbe essere sostanzialmente identico a quello degli ultimi anni. Squadra che vince, a partire da Amadeus, non si cambia.

Renato Zero torna al Festival di Sanremo

Renato Zero in concerto
Renato Zero in concerto (blueshouse.it)

Una cosa è certa già da oggi, Amadeus è riuscito a piazzare un colpo da novanta. Un grandissimo nome della musica italiana che ha dato la disponibilità ad essere sul palco del Teatro Ariston. Atteso che non si tratta di Jovanotti da qualche giorno si sta facendo sempre più forte la voce che vuole in gara Renato Fiacchini meglio noto come Renato Zero, un numero uno assoluto della canzone italiana, 73 anni lo scorso 30 settembre ma con ancora dentro la forza e la voglia di stupire. Basta leggere i numeri del suo ultimo Tour. Per Renato Zero sarebbe un clamoroso ritorno a ben 33 anni dall’unica partecipazione.

Quando nel 1991 con la bellissima Spalle al Muro arrivò secondo alle spalle di un altro grandissimo della musica italiana come Renato Cocciante. Il solo dubbio per l’annuncio è legato alla situazione di salute di Renato Nazionale. Ma a sgomberare il campo da maldicenze e malelingue ci pensa lo stesso artista romano. E lo fa a modo suo in una dichiarazione tanto divertente quanto efficace. “Che me devo da presentà cor certificato medico” ha dichiarato sottolineando che “Arivo co le analisi der sangue fatte”. Gioco partita incontro. A questo punto non resta che aspettare la lista ufficiale

Impostazioni privacy