Oscar 2024, rispettate le attese. C’è anche l’Italia, Io Capitano ce la fa

Lette le nomination agli Oscar 2024. Rispettate tutte le attese sulle pellicole che ci si aspettava di trovare in lizza. Soddisfazione per Matteo Garrone che con Io Capitano arriva alla finalissima.

nomination oscar 2024
Rilasciate le nomination Oscar in tutte le categorie (Blueshouse.it)

L’annuncio tanto atteso è arrivato. Svelate le nomination finali per gli Oscar 2024 e c’è anche l’Italia con Matteo Garrone e il suo Io Capitano che riesce a superare lo scoglio della short list con i 15 nomi della categoria dei film internazionali e arriva alla cinquina finale.

Non era scontato, ma dopo la nomination ai Golden Globe e il successo della pellicola proprio negli USA ci si aspettava l’inserimento nella lista. Per il resto l’Academy rispetta appieno le aspettative con Barbie e Oppenheimer, i due film protagonisti dello scorso anno che hanno avuto il grande merito di riportare il pubblico in sala, che fanno incetta di nomination. Unica nota che colpisce veramente è Margot Robbie fuori dalla lista per le migliori attrici, il che apre la strada in definitiva a Emma Stone.

Oscar 2024, da Oppenheimer a Io Capitano ecco  i film che si contenderanno l’ambita statuetta

oscar 2024 nomination film internazionali
La lista dei film internazionali candidati agli Oscar 2024 (Blueshouse.it)

I bookmaker si aspettavano una quantità infinita di nomination per Barbie e Oppenheimer e così è stato. E sempre loro prevedono che le pellicole possano arrivare a vincere 10 statuette ciascuno, ma dovranno vederla anche con altre pellicole che, non solo sono andate bene al botteghino ma sono molto apprezzate dalla critica, leggi Maestro, Povere Creature e Killers of the Flower moon.

Scopriamo, allora, le nomination degli Oscar 2024 nelle categorie principali:

Migliore attore non protagonista:
Sterling K. Brown (American Fiction)
Robert De Niro (Killers of the flower moon)
Robert Downey Jr. (Oppenheimer)
Mark Ruffalo (Povere Creature)

Migliore attrice non protagonista:
Emily Blunt (Oppenheimer)
Denielle Brooks (The Color Purple)
America Ferrera (Barbie)
Jodie Foster (Nyad)

Miglior sceneggiatura originale:
Anatomia di una caduta (Arthur Harari & Justine Triet)
The Holdovers (David Hemingson)
Maestro (Bradley Cooper & Josh Slinger)
May December (Samy Burch & Alex Mechanik)
Past Lives (Celine Song)

Miglior sceneggiatura:
American Fiction (Cord Jefferson)
Barbier (Noah Baumbach & Greta Gerwing)
Oppenheimer (Christopher Nolan)
Povere Creature (Tony Mcnamara)
The Zone of Interest (Jonathan Glazer)

Miglior Film Straniero:
Io Capitano (Italia)
Perfect Days (Giappone)
Society of the snow (Spagna)
The Teachers’ Lounge (Germania)
The zone of Interest (Regno Unito)

Migliore attore protagonista:
Bradley Cooper (Maestro)
Colman Domingo (Rustin)
Paul Giamatti (The Holdovers)
Cillian Murphy (Oppenheimer)
Jeffrey Wright (American Fiction)

Migliore attrice protagonista:
Annette Bening (Nyad)
Lily Gladstone (Killers of the flower moon)
Sandra Huller (Anatomia di una caduta)
Carey Mulligan (Maestro)
Emma Stone (Povere Creature)

Miglior regia:
Justine Triet (Anatomia di una caduta)
Martin Scorsese (Killers of the flower moon)
Christopher Nolan (Oppenheimer)
Yorgos Lanthimos (Povere Creature)
Jonathan Glazer (The zone of interest)

Miglior film:
American Fiction
Anatomia di una caduta
Barbie
The Holdovers
Killers of the flower moon
Maestro
Oppenheimer
Past Lives
Povere Creature
The zone of interest

Le assegnazioni

Non resta che aspettare il prossimo 10 marzo per la notta più lunga del cinema -anche se da quest’anno cambia orario e si inizia dalle 4 del pomeriggio- per sapere chi la spunterà. A presentare, per il quinto anno, ci sarà Jimmy Kimmel mattatore televisivo dell’omonimo show in onda dal 2003 sulla ABC che quest’anno ospita la messa in onda dell’Academy.

Impostazioni privacy