Eredità, alla Ghigliottina accade l’irreparabile: in tanti anni mai vista una cosa cosi

Non è la prima volta che “L’Eredità” e la ghigliottina ricevono degli strali feroci. Ed anche stavolta la gente si è scatenata contro il quiz di Rai 1.

L'Eredità e la ghigliottina criticate per le discutibili scelte degli autori
Marco Liorni a “L’Eredità” (Blueshouse.it)

“L’Eredità” e la ghigliottina, un concorrente sbanca tutto al gioco finale del quiz show di Rai 1, ma infervorano le polemiche sui social. E sono gli affezionatissimi del longevo programma in onda dal 2002 ad alimentarle. Infatti a molti non è andato giù ciò che è successo.

Già da tempo “L’Eredità” e la ghigliottina hanno ricevuto più volte il fuoco incrociato dei telespettatori. A volte per la impreparazione ritenuta non proprio così adeguata mostrata dal concorrente di turno, altre volte per le scelte degli autori.

Questa volta a “L’Eredità” nella ghigliottina è successo qualcosa di controverso, emerso dopo il duello tra il campione in carica, Giuseppe, ed il suo sfidante, Paolo. Ed è il primo a spuntarla, approdando alla sua quarta manche conclusiva di fila nel gioco.

I 170mila euro in palio, tra una scelta giusta o sbagliata tra quelle proposte nella ghigliottina,  alla fine hanno portato ad un montepremi ridotto a 85mila euro. Un bel gruzzolo comunque. E Giuseppe è anche riuscito a portarseli a casa, ma non senza una pioggia di polemiche.

“L’Eredità” e la ghigliottina bersagliati sui social

L'Eredità e la ghigliottina criticate per le discutibili scelte degli autori
L’Eredità (Blueshouse.it)

I vocaboli da collegare tra loro con una sesta parola che risulta avere dei tratti in comune con tutte loro erano:

mettere;
carta;
parole;
camera;
amante.

E la parola misteriosa era “musica”. Giuseppe l’ha indovinata e si è portato a casa tutti quei soldi. Ma per alcuni utenti la soluzione è parsa illogica, per altri fin troppo semplice. Fatto sta che, ancora una volta, le scelte degli autori non soddisfano una fetta considerevole delle persone presenti a casa.

Tutto questo è successo nella puntata di venerdì 2 febbraio, andata in onda come di consueto sottoforma di una registrazione avvenuta pochi giorni prima.

Dopo così tanto tempo – la ghigliottina è presente sin dall’edizione targata 2005/2006 de L’Eredità – forse è giunto il momento di cambiare formula per quella che è la sfida finale del game show del preserale della Rai. E puntare magari sulla stessa filosofia mostrata da tempo da “Reazione a catena”.

I giochi proposti nel quiz show estivo di Rai 1 piacciono sempre e non è un mistero che il programma riesca a totalizzare da molte edizioni degli ottimi ascolti anche nel corso dei mesi più caldi dell’anno. Che sono quelli nei quali normalmente ci si aspetterebbe di avere una audience meno corposa.

“Reazione a catena” però è andato talmente bene durante il 2023 da riuscire ad ottenere un importante prolungamento di ben tre mesi rispetto al solito. La puntata finale dell’ultima edizione è andata talmente bene da risultare in onda poco prima di Capodanno.

Ed alla conduzione c’era proprio Marco Liorni che ora è passato a “L’Eredità” e sta facendo altrettanto bene. Lui è uno che desta curiosità in merito alla sua vita privata ed alla presenza di eventuale moglie e figli.

I telespettatori hanno visto sin dalle sue prime apparizioni in Marco un volto amico e che ispira fiducia, sin dai tempi nei quali lui ricopriva l’incarico di inviato al di fuori della casa del Grande Fratello, ormai tanti anni fa.

Impostazioni privacy