Bersani, esordio al cinema per l’ex leader Pd che voleva “smacchiare il giaguaro”

Dai giaguari al cinema: il viaggio di Pier Luigi Bersani verso le sponde del grande schermo del Torino Film Festival.

Pier Luigi Bersani in una trasmissione
Bersani ed il cinema: ecco l’esordio del politico (Blueshouse.it)

Un lungo viaggio quello che ha portato il politico di lunga data, Pier Luigi Bersani, nel mondo del cinema. Tanti i giaguari da smacchiare o gli elefanti in corridoio che hanno costruito un “personaggiotelevisivo da trasporre nel mondo del cinema. Una figura emblematica nel panorama politico italiano degli ultimi 20 anni, una figura identificativa di un’Italia che ha visto grandi cambiamenti dallo scioglimento della Democrazia Cristiana ad oggi.

La prova attoriale di Pier Luigi Bersani

Bersani prima dell'assemblea 2012
Coupon della felicità: il film con Pier Luigi Bersani (Blueshouse.it)

Il mondo del cinema non è nuovo nell’assorbire figure che hanno ricoperto ruoli ben diversi da quelli attoriali. Una scommessa che i registi decidono di fare per le loro opere e che, alcune volte, può ripagare. Oggi la figura che viene inglobata è tra le più emblematiche dagli anni 2000, in un percorso politico di tutto rispetto, il cui suo nome rimane famoso anche per le sue geniali frasi che sono diventate i “meme” delle prime forme di social network; “siam mica qui a smacchiare i giaguari“.

Ma Bersani è molto di più di questo. Una figura politica di lunghissima data che lotta per le sue idee dagli anni ’70, senza aver mai mollato la presa. Ex PCI, laureato in filosofia, è stato presidente dell’Emilia Romagna dal ’93 al ’96, oltre ad essere stato più volte ministro nei governi D’Alema e Prodi. Fondatore nel 2007 e segretario nel 2013 del Partito Democratico, che lascerà nel 2017, rientrando questo anno, dopo il cambio di rotta dal congresso.

Dalla birra prima dell’assemblea al mondo del cinema

Una figura che torna alla nostra memoria anche per un’immagine molto più simbolica di tante altre. Seduto in quel bar, prima dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico nel 2012, solo, con una birra mentre prepara il discorso. La dimostrazione di una semplicità, definizione di un modo sano di fare politica, con onestà e rispetto. Una dimostrazione che chiunque, anche oppositori, gli riconoscono.

Proprio questa figura, proprio per tutto quello che ha rappresentato in tutti questi anni, nella figura politica e sociale che è diventata, oggi si lancia nel grande schermo. tra i protagonisti del corto Coupon – film della felicità, di Agostino Ferrente, insieme and Andrea Satta, Milena Vukotic, la poetessa Maria Grazia Calandrone e Paolo Lombardi.

Molti i ruoli cameo che sono stati programmati per Bersani, fra cui testimonial di un manifesto, salumiere, cassiere di un supermercato, giocatore di bocce e rider. Il corto di circa venti minuti verrà presentato al Torino Film Festival il 29 novembre nella sezione dei corti fuori corso. La storia: in una Roma deserta in pieno agosto, Andrea deve accumulare punti per i Coupon della Felicità. Ma nella ricerca la domanda che verrà posta sarà la seguente, ma davvero al felicità rende felici? Un’opera semi muta, con grande utilizzo dell’apparato musicale.

Impostazioni privacy